Trekking e Avventura

"Alla scoperta delle gole del Gordana" 

Escursione  "Avventura" con bagno nel torrente - Solo in Estate

 

​​​​Una freschissima escursione alla scoperta di un luogo poco conosciuto ma di grande fascino e suggestione, Le gole del Gordana. Conosciute come "Gli stretti di Giaredo", sono tra i patrimoni naturalistici più interessanti di tutto il nord della Toscana. Alte pareti verticali inghiottono il torrente che in milioni di anni le ha erose e modellate. Rocce di forme e colori differenti si alternano continuamente, mostrando la complessa orogenesi di questo territorio, donando ai visitatori un stupendo scenario fatto di luci, ombre e colori. L'escursione prevede di seguire il torrente fino ad arrivare vicini ad una diga di sbarramento. Durante il percorso dovranno essere superate a nuoto ampie pozze di acqua fredda, le quali ci doneranno una rigenerazione corporea intensa e piacevole. Il rientro avverrà mediante lo stesso tragitto dell'andata. Dopo l'escursione potremo andare nel bellissimo centro storico di Pontremoli per prenderci un buon gelato o una bella granita ghiacciata!

 

Difficoltà:

Le maggiori difficoltà del percorso sono: Il cammino su pietre e ciotoli che in parte possono essere scivolosi e la sopportazione al freddo per l'attraversamento delle pozze. Il percorso è adatto a persone che sappiano muoversi su questo tipo di terreno ed è essenziale che sappiano nuotare.

Il percorso è di circa 6 km totali.

 

Ritrovo: A Viareggio al parcheggio Cittadella del carnevale, alle 8:30 o a Pontremoli (MS) alle ore 9:45. Rientro ore 16:00 circa

​​

"Alba sul Monte Prado, il Top della Toscana!"

Parco Naz. Appennino Tosco Emiliano - Solo in Estate

 

Un' avventurosa escursione per ammirare lo spettacolo di luci e colori che si vedono all'alba, dalla vetta più alta della Toscana, immersi in uno dei luoghi più belli ed incontaminati di tutto il Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano.

Dal luogo di ritrovo, saliremo in auto fino al caratteristico rifugio “La Foce” dove sistemeremo le nostre cose, per poi andar a fare una piacevole passeggiata nei dintorni del rifugio, ammirando la bellezza del luogo. Tornati al rifugio, allietati da i racconti e dal buon cibo, passeremo una piacevole serata in compagnia, per poi riposare fino all'ora della partenza.

Immersi nel buio e nel silenzio del Parco, percorreremo il crinale del monte Castellino arrivando fino sulla vetta del monte Prado (2054m). Quassù lo spettacolo che ci attende alle prime luci dell'alba, sarà davvero emozionante. La vista spazierà dalla rigogliosa Garfagnana alla vetta del monte Cusna, dalle cime delle Alpi Apuane alla sconfinata distesa di montagne dell'Appennino. Ai primi raggi di sole faremo una sostanziosa colazione in vetta, dopodiché scenderemo al sottostante lago della Bargetana per ammirare da vicino questo bellissimo lago glaciale. Rientreremo al rifugio passando per le suggestive faggete, arrivando in tempo per assaporare un' ottimo pranzo. Concludendo piacevolmente insieme, questa indimenticabile escursione!

 

 

Difficoltà e Lunghezza:

L'escursione è da ritenersi medio semplice per Escursionisti (classificazione CAI - E) Il percorso non presenta grandi difficoltà, la maggiore è il dislivello in salita che sarà affrontato quasi tutto nella prima parte (500m).

L'escursione può essere adatta anche a persone non esperte, basta che non abbiano problemi fisici, che siano allenate a camminare per alcune ore e che facciano presente la loro condizione alla prenotazione.

 

Lunghezza 9 km ; Dislivello: 600m; Altitudine max 2054m; Tempo in cammino: 4 ore

Ritrovo: Parcheggio pubblico di Piazza al Serchio (LU) ore 16:00, rientro il giorno seguente alle 16:00 circa

Cusna.jpg

"Ascesa al Cusna, il Gigante d'Appennino"

Il Cusna è una grande montagna, che da lontano, ha un profilo che la fa assomigliare ad un gigante che dorme. La distanza da strade carrabili e la sua mole, la rendono una meta non banale da raggiungere. Salire sulla sua vetta però, è un esperienza bellissima ed indimenticabile. Forse perchè si trova al centro del Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano, immersa in una natura selvaggia ed incontaminata. O forse perchè dalla sua rispettabile altezza di oltre 2100m, si può vedere un panorama mozzafiato che spazia delle Apuane ben oltre la Pietra di Bismantova! La cosa certa, è che questa ascensione, ci dona sempre grandi emozioni ed un senso di appagamento, dato dai colori, dai profumi e dai panorami che rendo questa montagna una cima davvero speciale!

Dal punto di ritrovo raggiungeremo in auto il caratteristico e accogliente Rifugio “La Foce” che sarà il nostro campo base. Qua ceneremo e pernotteremo, per poter partire presto la mattina, così d' avere a disposizione tutta la giornata per fare questa bellissima escursione!

Difficoltà e Lunghezza:

L'escursione è da ritenersi medio difficile per Escursionisti (classificazione CAI - E) Le difficoltà maggiori sono la lunghezza dell'itinerario, il dislivello sia in salita che in discesa  i quali richiedono un buon allenamento al cammino in montagna.

 

Lunghezza totale: 20km; Dislivello S/D: 700m; Altitudine massima: 2120m; Tempo in cammino: 6 ore (escluso le soste)

​Ritrovo: Parcheggio pubblico di Piazza al Serchio (Lu) alle ore 16:00. Rientro alle auto avverrà il giorno successivo alle 16:00 circa.

 

IMG_20170805_061831_HDR.JPG

"All'alba sulla Regina delle Apuane"

 

Andare a vedere l'Alba in Pania è un rito che ogni estate si rinnova, centinaia di escursionisti partono sia dal versante Versiliese sia da quello Garfagnino, per raggiungere la vetta ben prima dell'alba ed assiste allo spettacolo di colori, luci e forme che si susseguono fino al sorgere del sole. Un momento propiziatorio che si tramanda da migliaia di anni. La Pania o meglio “Le Panie” sono un massiccio che per la loro mole e la loro bellezza ha da sempre ispirato l'Uomo sin da quando è arrivato su queste montagne. Neanderthal, Tribù Neolitiche, Liguri Apuani e Romani le hanno considerate come delle divinità o entità a cui ispirarsi. Oggi giorno sono tra le vette più apprezzate dagli amanti delle Alpi Apuane.

Assistere al sorgere del sole dalla vetta della Pania della Croce è un'esperienza unica ed emozionante che va vissuta assolutamente!

Difficoltà e Lunghezza:

L'escursione è da ritenersi medio difficile per Escursionisti (classificazione CAI – E). Il percorso presenta alcune difficoltà che però sono facilmente superabili da persone abituate al cammino in montagna. Quelle maggiori sono: Il dislivello, che in salita sarà diviso in due tratti. Il fondo, che in parte roccioso ed instabile ed il crinale, che presenta un paio di passaggi esposti i quali richiedono un passo non incerto. L'escursione può essere adatta anche a persone che non frequentano la montagna, basta che non abbiano problemi fisici, che siano allenate a camminare per alcune ore e che facciano presente la loro condizione alla prenotazione.

Lunghezza totale: 9 km circa ; Dislivello S/D: 860m; Altitudine massima: 1858m; Tempo in cammino: 5,5 ore (escluso le soste)

Luogo e orario di ritrovo:

Il luogo di ritrovo è in Piazza della Posta a Gallicano (Lu) alle ore 18:00. Da Gallicano ci sposteremo tutti insieme al punto di partenza dell'escursione distante circa 15Km.

Il rientro alle auto avverrà il giorno successivo alle 12:00 circa.

 

_DSC3914.jpg
"Grande Traversata Nord delle Foreste Sacre Casentinesi"

La Grande Traversata Nord è l'unica vera traversata del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi ed è il miglior modo per scoprire, ammirare questo angolo incontaminato d'Italia. Foreste plurisecolari fanno da sfondo ad innumerevoli borghi, paesi e piccoli agglomerati rurali. Nel fitto dei boschi sono custoditi i gioielli di questo territorio; Antichissimi monasteri, eremi, luoghi di culto e dimore. Ognuno dei quali sta a testimoniare la lunghissima storia passata da queste “Foreste Sacre”. Un'innumerevole quantità di specie vegetali ed animali fanno delle Foreste Casentinesi un luogo unico per la biodiversità e per la qualità dell'ambiente.
Accompagnati da una Guida GAE esperta di fiori, animali e tradizioni, affronteremo un trekking entusiasmante di 3 giorni immersi in una Natura selvaggia!


Partiremo dal paese di San Benedetto in Alpe ed attraverso sentieri ed antichi tracciati percorsi da viandanti e pellegrini, arriveremo fino al suggestivo Eremo di Camaldoli. Ci addentreremo nei luoghi più suggestivi del Parco, scoprendo sempre più le bellezze naturali e storiche che rendono questo luogo unico in Europa. La Natura rigogliosa ed incontaminata di queste foreste, si deve alla volontà degli uomini di queste terre, che le hanno sapientemente conservate.
Visiteremo numerosi posti di culto e d'interesse storico come: L'eremo di Camaldoli, il monastero, il paese di San Benedetto in Alpe e Fiumicello. Nonché visiteremo le più importanti Riserve Naturali del Parco come quella integrale di Sassofratino e di Piancancelli. Passeremo su alti crinali dove lo sguardo potrà spaziare libero senza limiti. Raggiungeremo le cime del Monte Falco e del Falterona da dove si potranno ammirare le ampie vallate Toscane e Romagnole fittamente boscate.

 

Difficoltà e Lunghezza:

L’itinerario è orientato da Nord a Sud, ed è interamente all'interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. La distanza totale percorsa è di circa 45km suddivisa in tappe giornaliere, con un dislivello medio di 900m in salita e in discesa, per un totale di circa 2800m di dislivello, caratteristiche che rendono questo trekking adatto solamente a persone ben allenate al cammino in montagna. Ad ogni tappa ci fermeremo per la notte, in una confortevole struttura turistica, dove ceneremo, dormiremo e dove ci verrà preparato il pranzo al sacco per il giorno successivo. Il rientro al luogo di partenza avverrà comodamente grazie ad un minibus a noleggio.

Luogo e orario di ritrovo:

E' a Pontassieve  alle ore 6,45 difronte l'ingresso della stazione FS. Rientro a Pontassieve tre giorni dopo alle ore 17 circa.

Per chi volesse c'è la possibilità di arrivare in treno o autobus da Firenze a Pontassieve. Per maggiori informazioni consultare il sito di Trenitalia.

Tramonto sul Sagro, la montagna degli Apuani

Il monte Sagro è una montagna che ha sempre attratto l'Uomo fin dai suoi albori. Venerato per moltissimi secoli dalle popolazioni stanziate nella Val di Magra e in Lunigiana, divenne successivamente luogo di culto e rituali per i Liguri Apuani. Una montagna che per la sua posizione, per le sue forme e per i suoi colori si distingue da tutte le altre. Assistere al tramonto dalla vetta e come immergersi in un' infinità di sinuose forme, colori prima tenui e poi infuocati con una vista incredibile della costa Tosco-Ligure e delle Alpi Apuane. Trovarsi quassù al tramonto è sensazione molto forte, si è pervasi da un grande senso di pace interiore e di libertà, che ci fanno un po' capire, cosa venerassero qua, gli indomiti Liguri Apuani!

 

Difficoltà e Lunghezza:

L'escursione è da ritenersi medio semplice per Escursionisti (classificazione CAI – E). Il percorso non presenta grandi difficoltà, ma necessità un buon allenamento fisico. La difficoltà maggiore è il rientro al buio con la sola illuminazione della torcia elettrica, il quale richiede la massima attenzione. L'escursione può essere adatta anche a persone che non frequentano spesso la montagna, basta che siano allenate al cammino e che non abbiano gravi problemi fisici.

Lunghezza 10,5Km, Dislivello S/D 580m, Altitudine massima: 1753mTempo in cammino: 4 ore circa

 

Ritrovo: A Carrara  con orario da definire in base alla stagione.

Trekking sull'Isola di Capraia

Un fantastico Trekking nell'isola più selvaggia dell'Arcipelago Toscano. Andremo alla scoparta dei luoghi più belli ed affascinanti, come Lo Stagnone con le sue piante acquatiche. La Vetta del Monte delle Penne con le scogliere a picco nel mare e la suggestiva Cala Rossa sovrastata dalla Torre dello Zenobito. Circondati da profumatissime fioriture e numerosissime piante officinali ricche di oli essenziali, le quali rendono incredibilmente salutare l'aria di questa isola, passeremo tre giorni immersi in una natura incontaminata, la quale ci rigenererà il corpo, la mente e lo spirito!

 

Difficoltà e Lunghezza:

Il trekking è da considerarsi di media difficoltà per Escursionisti (classificazione CAI: E). Non presenta grandi difficoltà ma necessita un buon allenamento al cammino con zaino in spalla sia in salita che in discesa. Saranno percorsi alcuni tratti di sentiero i quali non presentano passaggi  esposti, ma necessitano un passo non incerto.

Tutto l'itinerario sarà svolto su sentieri segnati e saranno percorsi nella massima sicurezza con la dovuta assistenza a tutti i partecipanti.

 

1° giorno: Lunghezza 6 km circa; Dislivello S/D:150m

2° giorno: Lunghezza 17 Km circa; Dislivello S/D: 700m

3° giorno: Lunghezza 15km circa; Dislivello S/D:600m

 

Ritrovo: Porto Mediceo Livorno  ore 7:45. Rientro da Capraia il terzo giorno alle ore 20:00

Gli orari potranno variare in base alla stagione

In canoa al tramonto nel grande lago

Andare in canoa nel lago di Massaciuccoli è un esperienza emozionante ed indimenticabile, soprattutto se avviene al tramonto! Partiremo dalla famosa Oasi Lipu, santuario dei birdwatcher , per attraversare il lago ed addentrarci nei numerosi canali della palude, dove potremo avvistare molti dei numerosi uccelli che qua vivono. Al calar del sole torneremo nel grande lago dove assisteremo placidamente al tramonto, sovrastati da un tripudio di colori ed immersi in un' atmosfera magica!

 

Difficoltà e Lunghezza:

L' uscita in canoa può essere svolta da tutti, anche per chi non ci sia mai andato. Basta saper nuotare ed avere voglia di faticare un po' vogando. Può essere adatta anche a ragazzi da 10 anni in su, accompagnati da un genitore. Ai partecipanti verranno date adeguate canoe o kayak, a seconda della loro esperienza. Prima della partenza la guida farà a tutti una breve lezione di voga.

 

​​Luogo e orario di ritrovo:

 

Il luogo di ritrovo è difronte all' Oasi Lipu Massaciuccoli (LU) l'orario varia in base alla stagione .

Rientro al porto dopo il tramonto.

Trekking Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano

​​​​​​Questo trekking è un'occasione unica per scoprire uno dei paesaggi più belli e densi di storia di tutto l'Appennino Tosco-Emiliano. Ammirandolo nelle sue vesti stagionali più suggestive, come le incredibili fioriture primaverili o i caldi colori autunnali. Ascoltando e osservando i numerosi animali che qui conducono una vita selvaggia. Assaporando e gustando i prodotti culinari che l'Uomo ha sapientemente raccolto e coltivato in questa generosa terra. Un itinerario di tre giorni (due notti) che percorre ad anello i vari sentieri che attraversano la famosa Riserva Naturale dell' Orecchiella per raggiungere la vetta più alta della Toscana, il monte Prado (2054m). Da questa cima ci addentreremo sempre di più nel versante Emiliano del Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano. Passando per il bellissimo lago glaciale della Bargetana per arrivare fin sulla vetta del monte Cusna, conosciuto come il gigante che dorme. Il rientro avverrà passando per altri importanti luoghi del Parco e dell' Orecchiella, come: La torbiera di Lamarossa e la Pania di Corfino. I Pernotti e le cene saranno effettuati nei rifugi dislocati nei punti d'arrivo giornalieri. Dove potremo assaporare molti dei prodotti tipici locali come: Formaggi, verdure, salumi, funghi, frutti di bosco etc. I pranzi saranno “al sacco” e saranno preparati giorno per giorno dai rifugi che ci ospiteranno.

 

Difficoltà e Lunghezza:

Data la lunghezza il trekking è da considerarsi di media difficoltà per Escursionisti (classificazione CAI: E). Non presenta difficoltà tecniche ma necessita un buon allenamento al cammino con zaino in spalla sia in salita che in discesa. Saranno percorsi alcuni tratti su crinali montani, i quali non presentano passaggi  esposti, ma necessitano un passo non incerto.

Il trekking può essere organizzato anche ridotto a soli due giorni con un' unica notte in rifugio.

Tutto l'itinerario sarà svolto su sentieri segnati e saranno percorsi nella massima sicurezza con la dovuta assistenza a tutti i partecipanti.

 

1° giorno: Lunghezza 10 km circa; Dislivello in salita:750m; Dislivello in discesa: 530m

2° giorno: Lunghezza 14,5 Km circa; Dislivello in salita: 1000m; Dislivello in discesa: 1200m

3° giorno: Lunghezza 11,5km circa; Dislivello in salita:570m; Dislivello in discesa:630m

 

Ritrovo: Parcheggio pubblico Castelnuovo Garfagnana (LU)​ ore 8:00. Rientro il terzo giorno ore 17:00

"La valle incantata di Vinca"  - Alpi Apuane

Un'escursione di due giorni per scoprire le bellezze naturalistiche di una delle valli più selvagge di tutte le Alpi Apuane, la valle di Vinca. Attorniati da possenti pareti rocciose, incredibili boschi e ripide praterie, esploreremo questi affascinanti ambienti popolati da numerosissimi animali selvatici e da spettacolari fiori endemici. Attraverso facili sentieri arriveremo ad un mitico bivacco, dove passeremo la notte. Prima di preparaci la cena andremo a vedere il sole tramontare da una foce davvero suggestiva. La serata proseguirà con la preparazione della cena in modo conviviale e con racconti di leggende Apuane. Il giorno seguente raggiungeremo la spettacolare Foce di Giovo, da dove avremo la possibilità di ammirare in tutta la loro maestà, il Monte Pisanino ed il Pizzo d'Uccello. Immersi nelle lamponete scenderemo al paese di Vinca per una immancabile visita, dove potremo assaggiare il conosciutissimo pane, concludendo un'escursione davvero indimenticabile!

Difficoltà e Lunghezza:

L'escursione è da considerarsi semplice per Escursionisti (classificazione CAI: E). Non presenta grandi difficoltà ma necessita un buon allenamento al cammino con zaino in spalla sia in salita che in discesa. Saranno percorsi alcuni tratti di sentiero, i quali non presentano passaggi esposti, ma necessitano un passo non incerto. L'itinerario sarà svolto su sentieri segnati, i quali saranno percorsi nella massima sicurezza e con la dovuta assistenza a tutti i partecipanti.

1° giorno  Lunghezza tappa: 5km circa; Dislivello in salita: 350m; Tempo in cammino: 2,5 ore circa.

2° giorno  Lunghezza tappa: 8km circa; Dislivello in salita: 400m; Dislivello in discesa: 600m; Tempo in cammino: 3,5 ore circa.

Ritrovo:

Per chi chi viene da est e sud Toscana, Il luogo di ritrovo è a Viareggio nel parcheggio della Cittadella del carnevale alle ore 14.00. 

Per tutti gli altri il luogo di ritrovo è ad Aulla alle ore 15:15.

Rientro alle auto alle ore 17:00 circa.

 

Escursioni da sogno sono escursioni progettate e condotte da Francesco Franceschi  Guida Ambientale Escursionistica socio Aigae iscritto al Registro Italiano delle Guide Ambientali Escursionistiche con il numero TO705 Professione svolta ai sensi della legge 4/2013 e legge regionale Toscana n°42/2000. Tutti i diritti sono riservati, è vietata la riproduzione anche parziale dei testi e delle immagini senza l'autorizzazione dell'autore
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now